Venta En Línea Numar17MTS Scarpe con Tacco Donna Oro Platino 39 EU Unisa Aclaramiento De Bajo Coste Tienda De Venta En Línea Barata Tienda De Venta Barata De FGdHWDPBAD

SKU952478244043232
Numar_17_MTS, Scarpe con Tacco Donna, Oro (Platino), 39 EU Unisa
Numar_17_MTS, Scarpe con Tacco Donna, Oro (Platino), 39 EU Unisa
Seguici su:
Seguici su:

Shoes Comfort Fashion Scarpe con Tacco Donna Bianco offWhite Natur 355 EU Gabor Tienda De Venta De Liquidación Mastercard Con El Precio Barato Colecciones PmZL65

Venta Buscando Everest Classic Pantofole UnisexAdulto Blu Azur 55 39 EU Haflinger 2018 Nueva edD79Jv
Twitter
Facebook
Google Plus

Come tipico dei grandi campioni, anzi dei fuoriclasse, Peter Sagan non è sazio dopo il terzo successo consecutivo nella prova in linea dei Mondiali di Ciclismo su strada, ottenuta a Bergen , in Norvegia, al termine di una gran volata che lo ha visto prevalere al fotofinish sul corridore di casa Alexander Kristoff. Un tris straordinario, iniziato a Richmond 2015 e proseguito a Doha 2016.

Peter Sagan Bergen

Il prossimo percorso iridato sarà affrontatoin Austria (Tirolo) tra dodici mesi. Un tracciato più duro, forse per corridori diversi dallo slovacco, che vuole comunque provarci. Pensare al poker sembra al momento utopistico, ma con Sagan, per dirla come lui, niente è impossibile. E il fenomeno in maglia arcobaleno approfitta di un evento promozionale in mountain bike, proprio in Austria, a Lienz, per concedersi ai taccuini di Claudio Ghisalberti de La Gazzetta dello Sport . Prima una battuta: " Domenica mi sono rotto il c.... per 270 chilometri per questa maglia a striscette ", poi una rapida riflessione sui tre Campionati Mondiali vinti consecutivamente: " Differenti percorsi, differenti avversari, differenti ambienti e sempre la stessa maglia. Forse questa è stata la più difficile da conquistare. Quando ho realizzato di avere vinto? Dopo la linea d'arrivo" . Un Sagan che spiega così la dedica a Michele Scarponi, scomparso in primavera e suoi compagno di squadra ai tempi dei primi passi nel mondo del professionismo: " Eravamo amici, forse anche perché di carattere abbastanza simile. Non ho mai visto Michele triste, arrabbiato, abbattuto. L’ho sempre visto felice, positivo, solare. Scarpa era energia positiva e io mi sono trovato sempre bene con lui così. Abbiamo passato anche del tempo assieme lontano dalle corse. Mi ricordo di una bellissima cena a Livigno. Michele sapeva fare gruppo. Così anche in corsa, appena lo vedevo, ci andavo a parlare ".

Tra i nuovi obiettivi di un fuoriclasse che ha vinto quasi tutto (mancano alla sua bacheca una Milano-Sanremo e una Parigi-Roubaix), non ci sono però classiche come Giro di Lombardia e Liegi-Bastogne-Liegi. Classiche troppo dure per un corridore possente come lo slovacco: " Sono quasi 80 chili. Non date retta a quelli che dicono 73-74, il mio peso forma varia dai 78 ai 79. Come faccio a vincere quelle corse?" , la spiegazione chiara dell'iridato itinerante. Eppure, alprossimo campionato Mondiale, in Tirolo, Sagan fa più di un pensierino, nonostante il percorso si annunci più duro di quello di Bergen: " Non ho già abdicato,niente è impossibile. Domenica il dislivello è stato di 3.600 metri, non siamo mica lontanissimi, l'anno prossimo sarà di 4.800.Con una preparazione adeguata credo di poterci puntare, poi vediamo. Se trovo la condizione come quando alla Tirreno-Adriatico (nel 2012, ndr) sono arrivato con Nibali…". Alla domanda su cosa avrebbe fatto nella vita se non avesse fatto il corridore, Sagan risponde così: " Ogni tanto mi fanno questa domanda ma non ho mai risposto. Non lo so, ho sempre fatto il corridore. Magari in futuro, tra 3-4-5 anni cambio specialità e provo a vincere il mondiale marathon di mountain bike" . A proposito di mountain bike, qualche rimpianto per aver puntato su questa disciplina invece della prova su strada alle Olimpiadi di Rio de Janeiro? " Non sono pentito. Lo scorso anno a Rio è stato uno dei giorni di gara più divertenti della mia vita. Anzi, forse il più divertente in assoluto. Rifarei quella scelta".

TRENDING:

Michela
Precio Al Por Mayor Para La Venta Muchos Tipos De Lace Sandali con Cinturino alla Caviglia Donna Arancione Ante Biscuit 41 EU Chie Mihara Un Aclaramiento Bajo Precio De Envío De Pago 1qWetoI
Gunna Sabot Donna Schwarz Denver Schwarz 43 EU Waldläufer Suministro Finishline En Venta Ebay Para La Venta Gran Rango De NzTHhoy8N

Select Page

Posted by admin | Ott 23, 2012 | Story | |

Logico che le difficoltà, in una vita quotidiana che sia il più possibile indipendente, ci sono. Ci sono soprattutto per chi, come me, fatica a compiere la più banale delle azioni. Scattano allora dei meccanismi – molto freudiani a dire il vero – di autodifesa o simili, che ti permettono miracolosamente di compiere atti che non avresti nemmeno immaginato. Così ti riesce di fare il caffè e versarlo pure senza scottarti, semplicemente utilizzando una spugna su cui poggiare la moka per far leva. O di cucinare un brodo riempiendo la pentola senza metterla nel lavello, ma lasciandola sul bordo, così da dover solo trascinarla sul fornello. Ancora, apri la finestra (che nel mio super appartamento è elettronica, ma ha il pulsante alto) con l’ausilio della fronte o di un mestolo. Prendi il burro in frigo facendo arrampicare la mano lungo gli scaffali. Ti agganci la borsa coi libri sulle gambe se devi andare a lezione. Forse invece di giurisprudenza dovevi iscriverti ad ingegneria, in effetti. Ti ingegni anche per dei minuti per capire come prendere lo zucchero, così alto. La cosa più bella è salire in autobus dove, a parte i casi umani che ti capita di incontrare, conosci una serie di autisti e ti stupisci di quanto variegate ed interessanti possano essere le norme vigenti nei mezzi pubblici urbani. C’è quello che senza aprir bocca ti fa salire e scendere anche nelle fermate non abilitate e quello che ti fa allacciare pure la cintura. C’è quello che ti saluta cordiale e quell’altro che ti assale dicendo che la responsabilità e la patente sono sue e che dunque mi regoli di conseguenza su come “parcheggiare”. C’è quello con cui ho fatto amicizia e conosce le mie fermate, che incontro un giorno sì e uno no. C’è quello che, esperienza di pochi giorni fa, mi chiede dove devo scendere e mi dice comunque di premere il pulsante. Eseguo. Lui non mi sente, non mi vede, prosegue. Alla fermata successiva si accorge e mi chiede scusa anche in turco, ma intanto mi faccio un quarto d’ora a piedi fino alla facoltà, ridendomela.

L’altro giorno, finito alle 13 lezione, devo comprare il pane per il pranzo. Bisogna sapere che il panificio più comodo dalla mia facoltà è anche esattamente dietro alla fermata dell’autobus, da cui posso facilmente tornare a casa. Ma ha, per entrare, un bel gradino. Mi posto allora di soppiatto lì davanti, nella speranza che qualche buon’anima abbia pietà di me e mi domandi se ho bisogno di qualcosa (bisogna sapere anche che io faccio fatica a fermare le persone per chieder loro una mano). Si ferma un ragazzo che entra, prende il numero e torna fuori. Mi chiede se, in effetti, ho bisogno di qualcosa dentro. Detto fatto, mi prende il pane. E alla mia richiesta di quanto gli debba indietro, mi dice di pagare il caffè a qualcuno con gli spiccioli del pane. E così ci sono le difficoltà, che per chi non le vive apparentemente sono inesistenti, di farsi chiudere l’ombrello da un passante, di farsi levare la giacca da uno sconosciuto, di chiedere un passaggio in ascensore al primo che ti passa davanti.

Le difficoltà di chiedere aiuto. Già perché prima, a casa con la tua famiglia o con gli amici che ti conoscono così bene da prevenire le tue richieste, semplicemente ti era sconosciuto il chiedere aiuto. Ed era bello e molto più facile, certo. Ma ripaga l’ebbrezza di prendere un bus in autonomia, avendo prima chiuso casa e messo a posto il pranzo. La gioia di farsi un the. Ma soprattutto l’enorme soddisfazione di dire: vivo da sola. Sapendo certo che “sola” vuol dire assieme ad un sacco di persone che, in un modo o nell’altro, me lo rendono possibile.

Chiara

Share:

Rate:

About The Author

admin

Related Posts

Valentina: il sesso non ha barriere

29 agosto 2014

Elsa: incontro di solitudini

8 ottobre 2012

La storia di Tilla

17 dicembre 2014

Edición Limitada De Descuento Las Compras En Línea Sneaker Donna On Sale Bianco pelle 2017 36 38 40 Dirk Bikkembergs Venta Costo En Línea SqW175yN

8 maggio 2012

Chiudi
Hai dimenticato la password?

Chiudi messaggio

Abbonati ai commenti di questo post utilizzando...

Kellerei

De Italia En Línea Sitio Oficial Envío Libre Laurel Scarpe da Barca Donna Blu Denim 109 38 EU Hotter s2f8PH

winecenter

Sandali Donna On Sale Rosa tessuto 2017 36 37 38 40 Strategia Tienda De Venta Barata Liquidación Liquidación oy4y5qm

Aktuell

Kellerei Kaltern

Kellereistraße 12 I-39052 Kaltern . Südtirol Tel. +39 0471 963 149 Fax +39 0471 964 454 www.kellereikaltern.com info@kellereikaltern.com MwSt. Nr.: IT 00126320217